Sabato, 12 Dicembre 2020 17:32

La nostra accoglienza

 

 

PROGETTO ACCOGLIENZA E “WELCOME TREKKING”

Ovvero: le classi di prima media alla scoperta del nuovo percorso scolastico

 

Valbrenta 2020

La nostra scuola ormai da più anni, con il “progetto accoglienza” si fa carico di creare delle modalità atte a favorire il benessere e l’inserimento nel nuovo percorso scolastico degli alunni.
Anzitutto le classi non vengono formate prima dell’inizio dell’anno scolastico, anche se già in precedenza gli insegnanti deputati predispongono “un’idea” di gruppi classe visionando le schede ed i fascicoli degli alunni, parlando con gli insegnanti delle elementari e cercando di creare degli equilibri di genere, profitto, eventuali difficoltà.
A questo segue però una osservazione sul “campo”: una settimana nella quali gruppi di alunni/e “rimescolati” si cimentano su attività didattiche, prove d’ingresso ed attività di animazione. Alla fine della settimana gli insegnanti si ritrovano per discutere sulle ipotesi iniziali e rivederle alla luce dei giorni dedicati la formazione delle classi: solo la settimana successiva gli alunni conosceranno la loro classe di appartenenza!
A questo punto, scatta quello che nelle aziende si chiama “team building” ed è il nostro welcome trekking (escursione di benvenuto, ma si sa, l’inglese rende tutto più esotico) ovvero ciascuna classe appena formata affronta due giorni di esperienza con i nuovi compagni di classe ed i professori in accompagnamento ed “osservazione”.
Due giorni – tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre - nei quali si alternano esperienze molto diverse, ma tutte accomunate da quella che nei paesi nordici si chiama “outdoor education”: una iniziale camminata lungo sentieri adeguati all’età e alle diverse forze in campo osservando evidenze naturalistiche, geologiche, storiche, ambientali; l’arrivo ad una struttura ricettiva idonea allo scopo, mangiare e dormire sotto lo stesso tetto (per alcuni rappresenta la prima notte fori casa senza i genitori) , il giorno successivo l’avventura della discesa in gommone (rafting) sulle “impetuose” acque del fiume remando – non solo simbolicamente - tutti sulla stessa barca … E tutto questo senza andare molto lontano: qualche decina di km dalla nostra scuola, recandoci in Valbrenta, iniziando il nostro percorso a Cismon del Grappa, attraverso la “Strada del Genio” per giungere a Primolano, ospiti della Locanda Italia, rifocillarsi e dormire ( sempre troppo poco) ed il giorno dopo recarsi a Campolongo sul Brenta per prepararsi a scendere le “rapide” del fiume Brenta accompagnati da valide guide: 10 chilometri di emozioni sull’acqua!
Che gioia al rientro, stanchi e un po’ affaticati, riabbracciare mamma e papà in stazione che accolgono i loro figli “reduci” da questa full immersion di due giorni … e quanto a lungo resteranno nel cuore e nella mente i ricordi di questa gita! ( ma a noi piace chiamarla “uscita didattica”). E soprattutto il valore di questa esperienza che vale più di molte settimane di scuola sotto il profilo emotivo, affettivo e relazionale.
Il giorno dopo, in classe, non ci si guarderà più come semplici conoscenti, ma con uno spirito di familiarità che solo la condivisione di esperienze comuni vissute può far passare il semplice “gruppo” a “classe”!  

Altro in questa categoria: Appena in tempo! »
­